Guida alla scelta

Scelta di un corallo

Scelta di un corallo

Caratura
Cioè il peso che valuta le dimensioni del corallo. Avendo una crescita molto lenta ogni singolo millimetro di spessore richiede un enorme impegno da parte di tutta la colonia dei polipi corallini.
Nella valutazione delle dimensioni di un prodotto bisogna considerare la tipologia dei coralli in quanto ad esempio il “corallium rubrum” detto commercialmente “Sardegna” ha un tronco di dimensioni ridotte (in media un ramo ha spessore di 8 mm.) rispetto al “Japonicum” detto “Moro” (il cui diametro medio si aggira sui 12 mm.) che è a sua volta più piccolo del’ “Elatius” -detto anche “Cerasuolo” – (il cui diametro medio si aggira intorno ai 25 mm.).
Semplificando pertanto, si può affermare che, a parità delle altre caratteristiche, una collana di pallini di corallo “Sardegna” di 9 mm. è più rara e quindi più pregiata e costosa di una collana di pari dimensioni di un’altra specie di corallo.

Purezza
Indica la perfezione del corallo cioè la presenza di tutte le imperfezioni (buchi, inclusioni o fratture) che si possono trovare nel corallo. Quanto più perfetta è la struttura corallina tanto più pregiato sarà il prodotto finito.
Bisogna tuttavia sottolineare che essendo prodotti assolutamente naturali, è facile trovare, anche nei più bei gioielli, qualche piccola imperfezione che nulla toglie al valore del’oggetto, anzi garantisce al consumatore che si tratta di corallo e non di una contraffazione.

Colore
E’ il parametro più variabile in quanto soggetto alle mode e pertanto alle richieste di mercato. Ogni tipo di corallo ha infatti una colorazione specifica e numerose tonalità.
I colori più belli si presentano senza sfumature e macchie. Commercialmente i colori più richiesti sono il rosso scuro ed il rosa chiaro intenso del corallo “Bokè” meglio conosciuto come “pelle ‘angelo”.

Taglio
Fondamentale è l’abilità e l’arte del “corallaro” che con lavoro attento e accurato esalta la bellezza del corallo ricavandone oggetti pregiati senza sprecare la materia prima.

Nel’osservare una bella collana o un monile non bisogna mai dimenticare che il corallo è un regalo del mare e la sua magia non viene offuscata da quelli che ai nostri occhi possono sembrare piccolissimi difetti e che in realtà ci raccontano la storia di una colonia di piccoli organismi viventi.

NOTA: Poiché il corallo nasce opaco ed è poi lucidato, per mantenerne inalterato il fascino vi consigliamo di evitare di porlo in contatto con profumi, cosmetici, sudore e sostanze aggressive in genere. Se trattato con cura la lucidatura durerà nel tempo e si potrà riportarlo allo splendore iniziale.