La lavorazione dei cammei

Lavorazione Cammei

Lavorazione Cammei

Per la lavorazione dei Cammei, distinguiamo tre tipi di conchiglia: la “Sardonica” proveniente dai Caraibi o dalle Bahamas, con il fondo marrone che rende più nitida l’incisione, la “Corniola” tendente al rosso, di origine africana ed infine la “Conchiglia rosa”, proveniente dalle Antille, la meno usata perché il colore incerto del fondo non dà sufficiente rilievo alla figura.
Dopo aver scelto la conchiglia adatta, il primo passo della lavorazione del Cammeo, è il taglio della conchiglia stessa. Tale operazione richiede notevole perizia per capire cosa si può ricavare da un pezzo se tagliato in un certo modo anziché in un altro.
E’ evidente, infatti, che esiste uno stretto rapporto tra l’incisione che si vuole realizzare e le caratteristiche morfologiche della sezione della conchiglia che abbiamo a disposizione.
Successivamente la parte scelta, viene consumata fino a raggiungere il piano d’incisione, poi viene “aggarbata”, cioè le viene data la forma che si vuole, infine con della pece viene fissata al “fusetto” in maniera da poterla agevolmente incidere.